piccolo sfogo grigio di una giornata grigia: sopravvissuti e sopravviventi

Un altro anno è finito: chiuso, timbrato, messo nello scatolone insieme ai registri. E alle mie arrabbiature, alle cose non fatte o fatte ma non fatte bene, tentativi ironici di arrivare al cuore delle questioni. Da un certo punto di vista ne usciamo sempre perdenti dall’altro sempre vincenti. Ma forse è meglio non fare inventari: gli inventari sono sempre senza amore. Gli inventari li lascio a profepa sulle macchine del laboratorio 5, ma anche questi sono tristi: anche lì si chiude, anche lì con un po’ di rammarico e di nostalgia, con la sensazione che stiamo subendo qualcosa, invece di costruirlo.

Un fine anno sotto tono per me: come i miei voti, come i rapporti personali che girano intorno all’edificio scolastico, come la mia quinta che arriverà decimata alla prova dell’esame di stato. Se li conosco bene non mi chiederanno, non mi racconteranno niente: forse hanno imparato a non fidarsi. E questa è la cosa forse più triste di questa domenica un po’ grigia di fine anno scolastico in cui la nazionale ha pareggiato quando doveva vincere, in cui la temperatura è la metà di quella che avrebbe dovuto essere, in cui io sono in casa e avrei voluto essere  in giro per il mondo.

Guardate il sorriso del professore in questo video: sembra felice, soddisfatto di avere insegnato allo studente che di lui non deve fidarsi: ma cosa mai possiamo illuderci di avere insegnato a chi non si fida di noi? Neanche una ricetta per i muffins.


8 Risposte to “piccolo sfogo grigio di una giornata grigia: sopravvissuti e sopravviventi”

  1. profepa Says:

    Io voglio molto bene al laboratorio n. 5 e al suo inventario: infatti mi sono inventata una relazione finale non richiesta!!!

  2. profema Says:

    Una relazione finale fa sempre bene…

  3. profepa Says:

    A chi? A che cosa?

  4. profema Says:

    ma non so… magari qualche studente di quinta potrebbe usarla come tesina per iniziare il colloquio… ;P

  5. profegi Says:

    Ammazza oh come vi trovo depresse, non è da voi donne e prof. battagliere!!! Io invece sono abbastanza soddisfatta perchè qualche volta sono riuscita a fare del mio meglio, perchè ieri il ministero ha finalmente dato una seconda prova standard a cui studenti ben preparati possono prendere 15 senza dover barare… E allora prendete un po’ del mio ottimismo e ripartite alla grande, ne abbiamo bisogno del vostro entusiasmo e della vostra fiducia nei ragazzi!!!
    baci, profegi.

  6. profepa Says:

    O profegi, per poter cambiare il nostro stato dovresti infonderci il tuo ottimismo un giorno sì e un giorno no! A parte gli scherzi spero proprio che lo stacco estivo faccia effetto e che si possa ripartire con più slancio.
    Sì, ho visto il compito dello scientifico: mi sembra giusto che sia così e non un gioco al massacro. Domani i miei/tuoi di quinta hanno la terza prova (sigh, sob, me tapina)…
    Salutoni, profepa

  7. profema Says:

    Io già sto pensando a come ripartire… 😉

    per la terza prova di domani ormai non possiamo fare altro che incrociare le dita…

  8. profepa Says:

    Mi immagino la tua fantasia al galoppo!
    Hai qualche altro rito scaramantico? 😛


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: