Nove volte sette

Nove volte sette, pensò Shuman con profonda contentezza, fa sessantatre, e non ho bisogno che me lo venga a dire una calcolatrice. La calcolatrice ce l’ho nella testa.
E questo gli dava un senso di potenza davvero esaltante.”

Isaac Asimov
Se vuoi leggere l’intero racconto clicca qui 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: