Un problema facile facile

Susanna e Giulia corrono alla stessa velocità su una pista circolare. Susanna parte prima. Quando Susanna ha percorso 9 giri, Giulia ne ha fatti 3.
Quando Giulia è arrivata a 15 giri, quanti giri ha percorso Susanna?

 Il problema è molto facile, quasi banale…ma può indurre in errore: provate a scrivere la prima soluzione che vi viene in mente!

Il bernoccolo della matematica

Per “andare bene ” a matematica occorre essere portati per questa materia o, chiunque può riuscire, purchè sia consapevole dei suoi punti di forza e di debolezza?

  

Per cercare una risposta, nell’anno 2000-2001, all’interno di un progetto per le classi prime, abbiamo proposto un Questionario a tutti gli studenti di tali classi ed elaborato i dati raccolti.  Ne è nata così una presentazione in Power Point,  Mate si può, che fu oggetto di discussione con gli studenti coinvolti nel progetto e con le loro famiglie.

Saremo felici di accogliere ogni vostra critica o spunto di riflessione.

“Regoluzze” di Paolo Dagomari

Paolo Dagomari suggerisce procedimenti pratici per ottenere, in modo semplice e rapido, la risoluzione di tanti piccoli quesiti legati alla contabilità della vita mercantile dei suoi tempi. Riconoscete le tre regole  elencate?

  • Se vuoi rilevare molte figure, a ongni tre farai un punto cominciando dalla parte ritta inverso la mancha; e poi dirai tante volte migliaia quanti sono li punti dinanzi.
  • Se vuoi multiplicare numeri c’abbiano zeri, moltiplica le loro figure e ponvi tutti quegli zeri dinanzi.
  • Se vuoli fare raccolte di svariati numeri, scrivi li numeri l’uno sotto l’altro sicchè le figure venghino pari dalla mano diritta

Tratto da  Regoluzze di Paolo dell’Abbaco” . A cura e con introduzione di G. Arrighi – Azienda autonoma del turismo di Prato 1966

Un bel pasticcio… l’infinito!

Se avete problemi ad accettare che tra 2 e 3 ci siano infiniti numeri reali e siete ancora più perplessi nell’accettare che tra 2 e 2,5 ce ne siano ancora infiniti (tanti quanti tra 2 e 3) leggete questo racconto L’hotel straordinario, o il milleunesimo viaggio di Ion il tranquillo di Stanislaw Lem.

Linee di livello

Sotto sono raffigurati 5 solidi. Sotto ad essi sono raffigurate le loro basi e le sezioni che si ottengono tagliandoli con piani paralleli al piano di base ed equidistanziati tra loro; in pratica, queste sezioni sono delle curve di livello. Le sezioni non sono disposte nello stesso ordine dei solidi corrispondenti. Individua l’ordine giusto (ad es. 45321 indicherebbe che il primo solido da sinistra ha le sezioni “4″, il secondo ha le sezioni “5″, ecc.). 
   (A) 34125       (B) 35214       (C) 34215       (D) 13254       (E) 32415

solidi

Pubblicato su esercizi, gioco. 9 Comments »

Notte profonda

Un uomo nero, un po’ ubriaco, vestito di nero, con una maschera nera sta barcollando in mezzo ad una strada con con l’asfalto nero, proprio dietro una curva.
La strada è completamente deserta, i lampioni sono spenti, in cielo non c’è luna e le stelle sono oscurate da nuvole nere.
Le case ai fianchi della strada sono tutte dipinte di nero, hanno le finestre chiuse e le luci spente.
Improvvisamente, da dietro la curva spunta un’auto nera, con i fari spenti, a tutta velocità.
Eppure il conducente riesce, senza nessuna difficoltà ad evitare, con una brusca sterzata, l’uomo nero.
Come si spiega?

Pubblicato su gioco. 20 Comments »

Pausa di riflessione

Mi piace questo blog.

Mi piace l’idea di avere un posto dove scrivere, quando trovo qualcosa di interessante sulla matematica, mi piace pensare che quando uno ha qualcosa da chiedere possa farlo anche da casa, mi piace darvi l’opportunità di parlare con gli insegnanti e tra voi, mi piace pensare che il vostro materiale di quest’anno potrà servire agli studenti che verranno.

Scrivo questo post di getto,  non  ne ho parlato nemmeno con profepa… Veramente ci penso da giorni a cosa farne di questo ‘luogo virtuale’…

Gettarlo? Ci vuole un niente… un click…

Abbandonarlo e farlo morire di stenti? Non mi piace… sono per le cose drastiche…

Riprenderlo in mano e cercare di farlo rivivere? Questo mi piace ma… per chi? Forse solo per me… Eppure le visite ci sono… alcuni studenti vengono in classe con il materiale preso da qui…

Butto là delle idee che mi passano per la testa come una sorta di brain storming solitario. Spero che qualcuno passi di qui e mi risponda, altrimenti, sarà più facile prendere la decisione più giusta.

Io lo vedo come:

un luogo dove mettere e trovare materiale: giochi, esercizi, appunti, link, brani, storie e storia;

un luogo dove chiedere e dare aiuto: non mi riesce questo mi spieghi quest’altro etc;

un luogo dove parlare di quello che succede in classe e nel mondo perchè no… magari fare dei post solo di classe, privati, inaccessibili agli altri.

Avete qualche altra idea?

Che ne pensate? E’ chiaro che il due e il tre senza di voi non esistono.

Profema che resta in attesa di vostre notizie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: