Propositiones ad acuendos juvenes

Homo quidam habuit CCC porcos et iussit, ut tot porci numeruo impari in III dies occidi deberent. Similis est de XXX sententia. Dicat modo, qui potest, quot porci impares sive de CCC sive de XXX in tres dies occidendi sunt.

Alcuino di York (VIII sec.)
Un uomo aveva 300 porci e ordinò che essi fossero uccisi in tre giorni, un numero dispari ogni giorno. C’è un problema simile con 30. Dica, chi può, quanti porci sia di 300 che di trenta, sono da uccidere nei tre giorni.

19 Risposte to “Propositiones ad acuendos juvenes”

  1. Francesco Says:

    ah questo è bello….versione dal latino ed enigma in due formulazioni (se non ho tradotto male)…

  2. profepa Says:

    Haec ratio indissolubilis ad increpandum composita!!!!!

  3. giulina91 Says:

    AIUTOOOOOOOOOO….. 😐

  4. studentessafuoricorso Says:

    Ragazzi, nel post la malefica e perfida profema ha nascosto un indizio fondamentale per la comprensione del quesito… indizio di facile comprensione anche a chi non conosce il latino… dovete solo trovarlo 😛
    Come provetti Harry Potter non vi resta che cercare gli indizi che avete davanti agli occhi 🙂

  5. giulina91 Says:

    Dato che la domanda finale chiede quanti porci sono da uccidere nei tre giorni (e non ogni giorno!) la risposta è tutti…sia per 30 che per 300…
    🙂

  6. studentessafuoricorso Says:

    Alla fine dei tre giorni sì, 300… ma quanti al giorno?
    😉

  7. Antonella Says:

    Eccoci io lo sapevo….già non ne indovino uno in italiano figuriamoci in latino!!!!!!!!!!!!!!ho capito solo la parola porci!!!!…per cui aspetto qualche mio amico o amica che me la traduca….e poi ci provo….vi giuro che nn ci ho capito nulla a questo punto preferisco un equazione:-P:P
    …..oppure aspetto la mia Laurina che con tanta pazienza si mette a spiegarmi i vari passaggini!!!!Ciao …..
    ..AnToNeLlA

  8. studentessafuoricorso Says:

    Antonella ma l’hai letta Giulia? 🙂
    E poi cerca bene… secondo me la traduzione ce l’hai davanti agli occhi 😉

  9. Antonella Says:

    si..letta
    quindi 10 al giorno????

  10. studentessafuoricorso Says:

    Antonella… ti dirò che CCC, XXX e III… sono da leggere come numeri romani… ed “impari” sta per dispari…
    Se fornisco altri aiuti vengo bannata….
    Metti insieme quello che ho detto io e le conclusioni non conclusive di Giulia… Ragazzi vi mancano le conclusioni più semplici ai dilemmi proposti… ma non ve le posso dire…. 😛

  11. Antonella Says:

    CCCXXXIII=333 dispari potrebbe essere 3????

  12. studentessafuoricorso Says:

    Anto…. 3 cosa?

  13. profema Says:

    Evidenziate la parte “vuota” del post e troverete la traduzione, Non sempre si riesce a vedere ciò che c’è… 😛
    Rileggete e ripartite. Ce la fate a lasciar perdere i porci e a generalizzare? Forse, ai tempi di Alcuino non era così scontato ma per voi dovrebbe essere semplice.

  14. profema Says:

    Traduco la traduzione: un uomo aveva 300 porci e ordinò di ucciderli in tre giorni un certo numero per ciascun giorno in modo tale che il numero di porci uccisi in ciascun giorno fosse dispari; un altro problema simile (dice Alcuino) è con 30 porci invece di 300.
    La risposta è facile (ma sapete qual è?). Un po’ più difficile è generalizzare: il problema ha la stessa risposta qualunque sia il numero di porci? Quando ha la stessa risposta? E, nel caso in cui non ha la stessa risposta, qual è la risposta?

  15. Antonella Says:

    mmm 3 porci da uccidere…ma non credo sia giusta…

  16. jackomel Says:

    Ecco uno scherzo! Nessuno può risolvere il problema nel modo indicato, cioè in modo che 300 o 30 maiali siano uccisi in 3 giorni, macellandone un numero dispari ogni giorno. Questo è un problema inverosimile ideato solo per mettere alla prova i giovani.

  17. jackomel Says:

    ^^quello sopra è la soluzione ^^

    Ecce fabula! quae a nemini solvi potest, ut CCC porci, sive triginta in tribus diebus impari numero occidantur. Haec fabula est tantum ad pueros increpandos.

  18. profema Says:

    Jackomel… ottimo ricercatore su web! Ma riesci a dimostrare che non è possibile? Perché i matematici non si accontentano: vogliono dimostrare anche che un problema non ha soluzione.

  19. Francesco Says:

    E cmq quando si copia sempre meglio personalizzare il testo…capisco che è più faticoso ma i risultati sono migliori di solito…. 😛


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: